Adoc Basilicata: 6 anni di rilevazione prezzi prodotti alimentari

 

L’indagine sull’andamento dei prezzi è un’iniziativa che ha raggiunto, ormai, il suo sesto anno e si è affermata sia come elemento importante per il confronto dei prezzi fra gli operatori locali sia come guida per il consumatore che può valutare l’offerta anche con quei commercianti che non aderiscono all’iniziativa.

In pratica attraverso la lettura dei prezzi rilevati dall’ADOC di Basilicata è possibile avere un’indicazione di massima dei prezzi al consumo praticati nel circondario potentino.

I prezzi rilevati dall’ADOC di Basilicata sono anche disponibili su quest sito nella sezione rilevazione prezzi

Accedendo al sito è possibile consultare l’archivio dei prezzi e valutarne l’andamento dal 2009 ad oggi.

È importante segnalare che le aziende che hanno aderito all’iniziativa dell’ADOC si sono anche impegnate a non aumentare i prezzi per almeno una settimana dalla data di invio del listino, ciò determina, per il consumatore, la possibilità di una scelta consapevole e senza sorprese.

Oltre a rilevare i prezzi dei beni di consumo, l’ADOC di Basilicata, si adopera con molte altre attività in difesa dei consumatori.

Nelle prossime settimane, insieme alla pubblicazione della rilevazione dei prezzi, sarà possibile conoscere le novità circa le procedure per attivare la conciliazione paritetica necessaria a risolvere le piccole controversie tra consumatori e commercianti o aziende fornitrici di servizi, le novità in tema di garanzia sui beni acquistati, le indicazioni per valutare i prodotti offerti ai consumatori e, infine, come accedere ai servizi di tutela offerti ai consumatori.

L’obiettivo dell’ADOC è quello di creare una rete di collaborazione con interscambio di notizie e di aiuto tra le persone in modo tale da non sentirsi più soli e indifesi davanti a quei piccoli soprusi che quotidianamente rendono difficile il rapporto con operatori commerciali.

L’Adoc di Basilicata, in queste settimane,  sta svolgendo un’indagine sul gioco d’azzardo. L’obiettivo è quello verificare l’applicazione della legge a tutela dei cittadini.

Si comincerà con visitare bar, sale da gioco, tabacchi e circoli in cui sono installate macchine per il giuoco d’azzardo.

In modo discreto i volontari dell’Adoc di Basilicata compileranno un modulo per ciascun esercizio controllato con lo scopo di valutare se la legge c.d. “Balduzzi” è rispettata.

L’attività potrà essere svolta anche senza la collaborazione del gestore, tuttavia, l’Adoc ritiene molto importante la sensibilizzazione e la collaborazione dei gestori.

È evidente che queste attività possono essere fonte di lauti guadagni per i proprietari delle slot-machine e, quindi, l’attività dell’Adoc può essere osteggiata, tuttavia, la nostra Associazione si è assunta il compito di aiutare chi si trova in difficoltà e come tale è disposta ad affrontare anche i rischi de da queste attività derivano.

Ai cittadini chiediamo di collaborare segnalandoci i casi sospetti in modo da rendere più efficace il nostro lavoro.

A conclusione di questa attività i dati saranno resi noti attraverso il sito dell’Adoc (www.adocbasilicata.org) e condivisi con le autorità locali al fine di sviluppare ulteriori iniziative per scoraggiare questa pratica che crea gravi danni alla nostra comunità.

Inoltre, i dati raccolti concorreranno al monitoraggio del fenomeno a livello nazionale per poter approntare strumenti legislativi più efficaci.

Share