1° anniversario della Legge anti fumo e diversi tabaccai di Potenza fanno i furbi!

Oggi è il primo anniversario dell’entrata in vigore della Legge anti fumo n.
3/2003 del 16 gennaio 2003.
In occasione di questo avvenimento, l’ADOC, Associazione per la Difesa e
l’Orientamento dei Consumatori, ha effettuato un monitoraggio presso alcune
tabaccherie della città di Potenza, dotate di distributori automatici di sigarette, per
controllare il rispetto delle norme vigenti in materia.
Su richiesta del Ministro della Salute Girolamo Sirchia, infatti,
l’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato emanò una circolare che dal 1°
gennaio 2004 regola il funzionamento dei distributori automatici di sigarette soltanto
per le ore notturne, quale deterrente all’acquisto da parte dei minori di sedici anni.
La vendita e la somministrazione del tabacco ai minori di sedici anni è di fatto
già vietata in Italia dal Regio Decreto n. 2316 del 24 dicembre 1934, limitazione,
questa, oggi facilmente aggirabile attraverso l’uso di distributori automatici.
In più, vige una recente Ordinanza del TAR del Lazio n. 991/2005 del 23
febbraio 2005, secondo la quale i distributori automatici di tabacchi devono
rimanere chiusi dalle ore 7:00 alle ore 23:00, al fine di limitare l’accesso ai più
giovani.
Dalla ricerca da noi effettuata, è stato riscontrato che diverse tabaccherie
della città di Potenza, contravvenendo alle norme, attivano i distributori automatici
anche nelle ore diurne e durante l’orario di apertura delle stesse tabaccherie.

Questo rappresenta oltre che una violazione, un grave danno per i più
giovani, perché si rende loro più facile la disponibilità di sigarette e, nello
stesso tempo, i tabaccai evitano il gravoso dovere di rifiutarsi di vendere le
sigarette direttamente al minore.
In sostanza si aggira il Divieto!
L’ ADOC a verifica delle irregolarità riscontrate, può mostrare alcune foto
scattate nei giorni in cui è stato effettuato il monitoraggio, con la chiara evidenza
del reato.
La nostra iniziativa si colloca nell’ambito delle attività di tutela della salute dei
minori dai danni da fumo di sigaretta, che il Ministero ha individuato tra gli obiettivi
prioritari del Piano Sanitario Nazionale 2003 – 2005, nonché al rispetto delle
norme, nel senso più generale.
L’ ADOC, perciò, chiede l’intervento delle autorità competenti al fine della
corretta applicazione della normativa su richiamata e una maggiore
sensibilizzazione da parte di tutta la comunità, invitandola a fornire segnalazioni di
altre irregolarità, rivolgendosi direttamente alla nostra sede ADOC di Potenza, in
Via Messina 210.

Share