TARIC affette da vizi di nullità

Nelle settimane precedenti l’ACTA SPA, partecipata del Comune di Potenza con incarico di accertare e riscuotere la TARIC (la ex tassa servizio gestione e smaltimento rifiuti), ha inoltrato e sta inoltrando ai cittadini ed alle imprese di Potenza delle ingiunzioni fiscali per la riscossione.Tali atti di riscossione appaiono per lo più affetti da vizi di nullità. Effettuati gli approfondimenti del caso – specialmente per chi ha ricevuto tali ingiunzioni fiscali TARiC  a mezzo PEC (Posta elettronica certificata ) – l’ADOC BASILICATA valuterà caso per caso la possibilità di impugnarli giudizialmente tramite il proprio staff di legali.L’ADOC, pertanto, consiglia ai destinatari di ingiunzione di pagamento, forse non dovuta,  di verificare la correttezza della richiesta e – prima ancora – si invita l’ACTA SPA ad annullare in autotutela le predette ingiunzioni.

L’Adoc, attraverso il proprio ufficio legale, è a disposizioni dei contribuenti che ritengono di aver ricevuto una ingiunzione non dovuta. L’Ufficio legale è contattabile telefonando allo 097146393 o a mezzo mail a : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 19.00 previo richiesta di appuntamento.


Share