INPS, adeguamento pensioni: modulo per richiedere rivalutazione della pensione

Era stato il decreto salva Italia del governo Monti a introdurre il blocco dell'adeguamento della pensione al costo della vita, con l'obiettivo di compensare l’inflazione registrata nel 2012 e 2013. Ad essere interessate le pensioni superiori al triplo della minima (1443 euro il valore del 2012). Ora, per effetto di una sentenza della Corte Costituzionale, i pensionati aventi diritto si vedranno reintegrare l'importo dovuto con l'assegno previdenziale di agosto.

L’Inps sarebbe tenuta a restituire ai pensionati le somme della mancata rivalutazione della pensione per gli anni 2012-13.

Gli arretrati verranno restituiti soltanto ai pensionati che guadagnano tra 3 e 6 volte il trattamento minimo. Chi incassa un assegno Inps superiore a quest'ultima cifra non avrà invece alcun rimborso.

Stesso discorso per chi ha una pensione inferiore a tale fascia, che non ha diritto ad alcuna restituzione poiché nel 2012-2013 non subì il blocco deciso dal governo Monti.

Per problemi relativi alla questione trattate gli utenti possono rivolgersi alla  sede dell’ADOC sede regionale della Basilicata, via Danzi n. 2 – 85100 Potenza – cell. 330798081 e mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Ecco il Modulo per inviare la diffida all’INPS per richiedere la rivalutazione della pensione in base alla sentenza della Corte Costituzionale n. 70/201:

 

 

 


Share