RECESSO E CAMBIO OPERATORE TELEFONICO: LE INDICAZIONI UTILI DA GENNAIO 2019

L’Adoc Basilicata vuole ricordare ai consumatori quali sono le nuove discipline in materia di recesso da contratto (sia per quanto riguarda la telefonia sia per la pay tv) o in caso di cambiamento di operatore telefonico.

Dal 1° Gennaio 2019 a seguito della delibera 487/18/CONS dell’Agcom (Autorità per le Garanzia delle Comunicazioni) sono state approvate le “linee guida sulle modalità di dismissione e trasferimento dell’utenza nei contratti per adesione”.

L’obbiettivo della delibera è quello di tutelare ancor di più gli utenti che decidono di recedere o cambiare operatore prima della scadenza del contratto.

La facoltà di recesso dai contratti assume notevole importanza in quanto l’utente può esercitarla in ogni momento, poiché libera gli utenti dai vincoli contrattuali (articolo 1 comma 4 del c.d Decreto Bersani - Decreto n.7/2007 convertito con modificazione della Legge n.40/2007).

Quali sono nel dettaglio le novità più importanti da tener presente:

- l’utente deve poter recedere dal contratto o richiedere il trasferimento ad altra società di telecomunicazione con un preavviso non superiore a 30 giorni;

- le spese di recesso anticipato devono essere “proporzionate al contratto e ai costi realmente sopportati dall’azienda” , ossia non possono eccedere il canone mensile mediamente pagato dall’utente;

- gli utenti che richiedono un recesso anticipato potranno scegliere se continuare a pagare le rate residue dell’eventuale dispositivo o pagarle in un’unica soluzione;

- a restituzione degli eventuali sconti dovrà essere equa e commisurata al valore del contratto ed alla durata residua della promozione;

- la rateizzazione dei servizi non può superare i 24 mesi;

- rafforzamento degli obblighi informativi e di comunicazione, specificatamente, gli operatori dovranno informare e rendere note tutte le spese che l’utente dovrà sostenere ogni mese in cui il recesso potrebbe essere esercitato.

 

Con queste nuove direttive, secondo l’Autorità, l’utente avrà la possibilità di recedere dal contratto in tutta libertà.

In ogni caso l’Adoc informa tutti i consumatori che i dettagli relativi ai costi del recesso dovranno essere comunicati in fase di sottoscrizione dell’offerta tramite idonea informativa scritta riportata nel contratto.

Pertanto, in caso di necessità, ricordiamo che gli uffici dell’Adoc di Basilicata sono a disposizione per tutti i consumatori nelle sedi di Potenza in via R. Danzi n. 2 e in via Napoli n. 3, oppure nelle sedi di Matera, Sant’Arcangelo , Marsicovetere e Lauria.


Share