IL DISAGIO DELLA BASILICATA: I LUCANI “ ULTIMI TRA GLI ULTIMI ”

Numerosi sono stati i danni che il maltempo ha causato ai lucani colpiti dalle ultime avversità atmosferiche.

Le abbondanti nevicate del mese scorso hanno messo in seria difficoltà i cittadini del capoluogo e delle zone limitrofe, causando numerose interruzioni della fornitura del servizio elettrico  e delle  reti di telefonia fissa e mobile.

La situazione delle reti elettriche e di telecomunicazione nella regione Basilicata, ad oggi, è molto delicata soprattutto a causa del mancato adeguamento delle stesse ai nuovi standard operativi.

Le interruzioni si verificano in maniera frequente, addirittura con frequenza superiore a quella delle altre regioni meridionali.

La manutenzione delle compagnie fornitrici di servizi pubblici, energia e telefonia, è carente e provoca frequenti disservizi.

Tali compagnie investono pochissimo in Basilicata e, da tempo, i centri decisionali di tali compagnie sono fuori regione.

La Basilicata e i suoi abitanti sono sempre  “ultimi tra gli ultimi” ad essere presi in considerazione, lasciati soli ad affrontare i disagi senza alcun intervento tempestivo per limitare i danni.

Un blackout prolungato comporta disagi abnormi quali blocco della caldaia e del riscaldamento, isolamento del telefono per impossibilità di ricaricare i telefonini etc…, la società per la fornitura di energia, ovvero il distributore avrebbero dovuto intervenire installando un gruppo elettrogeno in grado di garantire afflusso di corrente elettrica nelle residenze dei cittadini colpiti dal blackout.

Peraltro la  Delibera 646/15/R/eel dell’ AEEGSI (l’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico), oggi ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti ed Ambiente) stabilisce che, tutti gli utenti che sono vittime di un’interruzione, indipendentemente, dalla responsabilità in ordine alla causa e senza la necessità di una specifica richiesta, hanno diritto ad un indennizzo automatico.

A ciò si aggiunga che l’Autorità ha stabilito che le compagnie di distribuzione, hanno un tempo limitato – dalle 8 alle 16 ore - per ripristinare la fornitura dopo un blackout che deve essere proporzionato al numero degli abitanti, al comune interessato, all’impianto a bassa e media tensione nonché al preavviso.

Per questo l’associazione A.D.O.C. Basilicata è a disposizione dei cittadini con lo scopo di tutelare i loro diritti e si pone come obiettivo quello di aiutare il cittadino in queste circostanze spiacevoli, con la speranza di ottenere un legittimo indennizzo per il disagio avuto.

Chi ha patito danni può rivolgersi alle nostre sedi sul territorio nella sede di Potenza in via Stigliani, 2 oppure contattare i nostri uffici telefonando allo 0971/46393.


Share