CONTINUANO I DISSERVIZI POSTA ELETTRONICA LIBERO. ADOC Basilicata auspica intervento AGCOM

Continuano i disservizi per i milioni di consumatori, che hanno come provider di posta elettronica Libero.

ItaliaOnline, la società che gestisce il servizio, malgrado i reclami inoltrati, nulla ha riferito relativamente ai ristori che spettano a tutti i consumatori. Ad oggi, il problema resta irrisolto. Tante, infatti, sono le segnalazioni pervenute alla scrivente che lamentano ancora disservizi sugli indirizzi di posta elettronica.

Adoc chiede l’intervento dell’AGCOM  - Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - e che ItaliaOnline si impegni a risarcire tutti i consumatori danneggiati per i messaggi di posta elettronica, molti dei quali riferite a comunicazioni di lavoro, mai ricevuti.

Gli sportelli dell’Adoc sono pronti a fornire l’assistenza necessaria ai consumatori per presentare il reclamo, tramite i propri esperti.


DISSERVIZI POSTA ELETTRONICA LIBERO E VIRGILIO

Milioni di consumatori, che hanno come provider di posta elettronica Libero e Virgilio, sono state vittime di gravi disservizi con email bloccate per giorni.

ItaliaOnline, la società che gestisce i due servizi, si è scusata con i consumatori, ma il problema resta irrisolto.

Adoc chiede ad ItaliaOnline di avviare subito un tavolo di confronto con le Associazioni dei Consumatori, alla presenza di Agcom, così da predisporre canali per agevolare i contatti con l’azienda, facilitare l’invio dei reclami che investono i consumatori, vittime del disservizio, anche tramite gli sportelli di Adoc presenti su tutto il territorio nazionale. In particolare, chiediamo di determinare ristori collettivi per i consumatori per il mancato utilizzo del servizio di email di questi giorni.

Gli sportelli dell’Adoc sono pronti a fornire l’assistenza necessaria ai consumatori per presentare il reclamo, tramite i propri esperti.


FIRMATO ACCORDO PER RATEIZZARE BOLLETTE DI LUCE E GAS. ADOC: AIUTO CONCRETO PER LE FAMIGLIE

Ci aspettavamo più attenzione nei confronti della spesa dell’energia delle famiglie italiane da parte del Governo e di ARERA, purtroppo non è stato così.
             A seguito delle sollecitazioni da parte di ADOC, è stato siglato un accordo con ENI Plenitude per la rateizzazione, senza interessi e commissioni, delle bollette di luce e gas emesse nel periodo di maggior consumo che va da gennaio a giugno 2023 per tutte le famiglie, i condomini e le microimprese.
            ENI Plenitude effettuerà una dilazione dei pagamenti in 10 mesi con una prima rata di anticipo maggiore.

La prima rata di anticipo sarà pari al 50% della bolletta per gli importi sino a 500 €, del 30% da 500€ a 1000€, mentre per gli importi sopra i 1000€ la bolletta sarà suddivisa in 10 rate uguali.      Un aiuto concreto per le famiglie italiane.
            Auspichiamo che questo comportamento virtuoso sia seguito anche da altre società fornitrici di energia e gas.

 L’Adoc è a disposizioni degli utenti per fornire ulteriori chiarimenti.


DISSERVIZI POSTA ELETTRONICA LIBERO E VIRGILIO. ADOC CHIEDE INCONTRO AD ITALIAONLINE PER DEFINIRE RISTORI

Milioni di consumatori, che hanno come provider di posta elettronica Libero e Virgilio, sono state vittime di gravi disservizi con email bloccate per giorni.

ItaliaOnline, la società che gestisce i due servizi, si è scusata con i consumatori, ma il problema resta irrisolto.

Adoc chiede ad ItaliaOnline di avviare subito un tavolo di confronto con le Associazioni dei Consumatori, alla presenza di Agcom, così da predisporre canali per agevolare i contatti con l’azienda, facilitare l’invio dei reclami che investono i consumatori, vittime del disservizio, anche tramite gli sportelli di Adoc presenti su tutto il territorio nazionale. In particolare, chiediamo di determinare ristori collettivi per i consumatori per il mancato utilizzo del servizio di email di questi giorni.

Gli sportelli dell’Adoc sono pronti a fornire l’assistenza necessaria ai consumatori per presentare il reclamo, tramite i propri esperti.


 

Disservizi compagnia telefonica Vodafone a Latronico, intervento Adoc.

Da diversi giorni i cittadini di Latronico e zone limitrofe sono vittime di continui e reiterati disservizi da parte della compagnia telefonica Vodafone Italia SpA .
             Ad oggi, fa sapere l’Adoc Basilicata, nonostante numerosi solleciti, gli utenti del Comune della provincia di Potenza sono completamente isolati a causa di un guasto che interessa la linea mobile e quella dati della Vodafone.

L’associazione stigmatizza l’atteggiamento della compagnia telefonica ritenendolo gravemente omissivo e di forte nocumento verso i cittadini-utenti del Comune di Latronico e del suo hinterland. Tale comportamento è da considerarsi ancor più grave e lesivo giacché incide fortemente sulla normale attività, anche lavorativa, dei cittadini, degli operatori economici e delle istituzioni della zona che sono meta, tra l’altro, di numerosi turisti legati, soprattutto in questo periodo dell’anno, alle gite sui monti che si vanno innevando e, per quanto possibile, ai prodotti del sottobosco.
              E’ impensabile che una “primaria” azienda telefonica, come si autodefinisce la Vodafone, non faccia assolutamente nulla per riparare i guasti ed allievare le gravi difficoltà create in danno dei suoi utenti della Valle del Sinni.
             Numerosi sono i cittadini-utenti che hanno già chiesto all’Adoc di promuovere una azione risarcitoria contro la compagnia telefonica per i danni subiti.

Si invita, quindi, la stessa compagnia a provvedere con la massima urgenza a ripristinare il corretto funzionamento degli apparati, cogliendo l’occasione, nella risoluzione di tale problematica, anche per potenziare il segnale.
             Naturalmente gli utenti che lo ritenessero necessario potranno rivolgersi all’Adoc di Basilicata sede di Latronico sita in via Pietro LACAVA 49/a tel. 0973/302332 per ricevere la necessaria tutela e preparare i reclami al fine dell’ottenimento del ristoro se il guasto dovesse perdurare o la sede regionale dell’Adoc di Basilicata  il cui ufficio è sito in Potenza alla Via Stigliani c/o il Centro Sociale di Malvaccaro e/o contattando i numeri 097146393 e/o inviando segnalazioni all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .